Passato e presente: filodiffusione e ADSL.

aprile 25, 2008

Ebbene, sembrerà strano.

Navigo in internet dal 1998 e fino al 7 aprile 2008 sono riuscita a mantenere una connessione dial-up 56k.

Non è stato certo il digital divide del mio quartiere a impedirmi una connessione più veloce, ma semmai la mia pigrizia e il fatto che in famiglia, su 3 persone, sono la sola ad usare il pc a casa.

L’8 di aprile, Infostrada mi comunica che è avvenuto con successo l’allacciamento alla sua linea, sia voce che dati. Quindi colma di gioia inizio la procedura di configurazione del modem Digicom.

Tutto alla perfezione: impiego poco meno di 5 minuti, poi allaccio il Digicom al pc tramite ethernet. Poi il Digicom al filtro telefonico.

Qualche led inizia ad accendersi, ma il più importante, quello che segnala la linea NO.

Ricomincio allora tutto daccapo. Step1. Step2. Step3.

Tutto come prima.

Chiamo allora il call center, 155: “no signorina, qui vediamo ancora lavori sulla linea, ci richiami venerdì”.

PALLE! Una volta ricevuta la conferma via mail, il servizio deve essere attivo, c’è scritto ovunque nel sito e nel contratto Infostrada.

Il giorno seguente, smanettando col filtro telefonico, noto l’altro filtro per la FILODIFFUSIONE (d’ora in poi FL).

Apriti cielo: online si dice che la FL non è compatibile con la linea Adsl. Ma i miei genitori dicono di non averla mai attivata. Il presa/filtro apparteneva al precedente proprietario della casa.

Ma perchè l’adsl non è compatibile con la FL (peraltro nel mio caso, non attiva)?

Lo scoprirò presto: inizio ad aprire con cacciavite la presa tripolare e la presa con due buchini della FL. Noto grovigli di doppi cavi: rossi e bianchi.

1 coppia va direttamente alla presa telefonica, ben 3 a quella della FL, uno dei quali è collegato al filtro telefonico. Penso che ciò significhi che la linea portante è dentro la presa FL e non dentro a quella telefonica!

A questo punto scollego ogni doppia coppia di fili dalla FL. Ma una coppia, quella che arriva ai contatti in acciaio denominati FL (dicitura presente all’interno della presa), penso di collegarla a quella del filtro telefonico. Posiziono filo bianco FL con bianco del telefono e filo rosso FL con rosso telefonico.

Scollego anche i fili della seconda presa FL dicasa.

A questo punto, incrociando le dita, ricollego il modem al pc.

Ho la linea!

update: sono quasi certa che con filtro adatto (non credo sia in commercio, ma si può autoprodurlo), si possa comunque sfruttare la filodiffusione come linea telefonica per l’adsl, e quindi collegare il filtro al modem. Non è quindi del tutto vero che adsl e filodiffusione sono incompatibili. Semplicemnte credo sia molto difficile provare a fabbricare un filtro che in entrata sia compatibile con i 2 buchini della FL e che in uscita sia dello standard RJ-11

Sarei per questo curiosa di conoscere l’esperienza di qualcuno che abbia mantenuto la FL con l’adsl.