The Beatles su iTunes

novembre 16, 2010

Quotando la frase di un mio amico su Facebook:

cio…grazie per la clemenza YOKO & Emi music….ghe voleva tanto?”


Il primo numero di Wired e l’adv tutta al maschile

febbraio 20, 2009

Ho anche io in mano il primo numero di Wired Italia!

Sia chiaro che non mi vanto di avere già letto quello americano, per cui, non mi accodo alle speranze dei tanti che online dicevano: speriamo sia all’altezza del padre.

Sui contenuti non mi sbilancio, ho letto ancora pochi articoli, e anzi, penso che nei prossimi giorni verrà abbandonato perchè non vorrei potesse diventare un altro ostacolo alla scrittura della mia tesi (non ce la faccio più).

Di una cosuccia però mi voglio lamentare: delle pubblicità.

Citroen, macchina fotografica reflex, 500 fiat (che mi piace eh!), profumo X da uomo, altro profumo, orologio gigante etc etc.. Insomma tutti prodotti per uomo!

L’ho trovata una cosa strana, Wired non è Mens Health, neanche Vanity Fair o Vogue, ma una paginuzza con una bella borsa o uno smart phone diamantato* l’avrei anche gradita nonostante l’odio per le troppe pagine pubblicitarie nei mensili.

*update: accidenti, c’è!! pag 195

Tim e Acotel: ovvero 3 euro di credito che spariscono

novembre 26, 2008

Il mio vecchio blog su Splinder è chiuso da un sacco di mesi, ma continuo a ricevere visite di poveri clienti Tim, che come il mio papà, si sono visti derubare di 3 euro settimanali dal credito residuo per servizi mai richiesti e apparentemente NON disattivabili.
Per questo motivo, visto che il problema evidentemente è ancora attuale, ho deciso di riproporre qui il mio vecchio post con la soluzione al problema.

Ho appena disattivato un servizio di suonerie polifoniche dal cellulare TIM di mio papà.
Tale servizio non era mai stato attivato, almeno non volontariamente.
Dopo una ricerca sui forum online ho scoperto che questa truffa viene attivata sui numeri TIM a molti clienti incosapevoli e che spesso, prima di risolvere la questione, perdono un sacco di euro dal credito residuo.

Ad ogni sms ricevuto dal numero 49696 oppure 49696324 il credito scende di 3 euro. E questo è il testo degli sms ricevuti:

Suonerie4U stai per ricevere un SMS con il link per scegliere e scaricare 2 nuove suonerie polifoniche + altri contenuti x il tuo cellulare. Buon divertimento.
Mittente: 49696324

La società responsabile di questi invii di servizi non richiesti, è partner di TIM e si chiama ACOTEL.

Il codice da inviare via sms per la disattivazione dell’abbonamento (e che ACOTEL non ha mai comunicato negli sms) è: MELODIA OFF al 49696

La faccenda è abbastanza rivoltante anche perchè nelle rubriche dei telefonini TIM è presente già all’acquisto il numero 4969 e registrato col nome I-TIM ACOTEL.
Consiglio di cancellare questi numeri dalla rubrica, poichè credo che il problema parta proprio da qui: da chiamate involontarie dovute alla mancanza del blocca tasti.

Non credo sia possibile ottenere un rimborso per i soldi già persi (rubati), ma qualcuno ne sa di più?

Il link al vecchio post è qui.

Importante: dopo aver inviato l’sms di disattivazione, riceverete un sms che vi invita a “riscrivervi/rinviare un sms per non perdere crediti acquisiti”. Non fatelo o ricomincerete a pagare. Inviate uno ed un solo sms.


Avg e user32.dll

novembre 10, 2008

Quello che credevo essere il mio fidato e perfetto antivirus AVG, ieri mi ha segnalato un trojan nel computer. Senza pensarci troppo su, e senza aver letto BENE il messaggio di avviso, ho malauguratamente cancellato tale file infetto.
Subito dopo mi sono resa conto di aver cancellato un file di sistema, necessario al funzionamento di windows!
Risultato? Schermo blu e avviso deprimente del tipo: ti manca il file user32.dll reinstalla qualcosa

Senza prolungarmi troppo, ecco i procedimenti per evitare di:
-formattare perdendo tutto
-spendere fior di quattrini dal tecnico

A) Entrare nel BIOS (il comando per entrare è scritto all’accensione del pc nella pagina dove compare la marca della vostra macchina) per i Packard Bell è F2.

B) Alla voce BOOT selezionare come processo primario “Cd-rom o dvd” poi salvare i cambiamenti

C) Prima di riavviare il computer inserite il cd di Windows, riavviando il pc partirà il disco e tra le tre opzioni possibili selezionate “Console di ripristino di emergenza in Windows XP/Vista” premendo il tasto “R”

D) Vi troverete in ambiente DOS. A questo punto, selezionate C: e digitate il comando copy c:\windows\system32\dllcache\user32.dll c:\windows\system32\

E) Dopo aver estratto il cd dal computer, riavviate e dovrebbe andare tutto a posto.
Avg continuerà a segnalare il falso Trojan: IGNORATE il messaggio altrimenti dovrete ricominciare tutto daccapo.


Passato e presente: filodiffusione e ADSL.

aprile 25, 2008

Ebbene, sembrerà strano.

Navigo in internet dal 1998 e fino al 7 aprile 2008 sono riuscita a mantenere una connessione dial-up 56k.

Non è stato certo il digital divide del mio quartiere a impedirmi una connessione più veloce, ma semmai la mia pigrizia e il fatto che in famiglia, su 3 persone, sono la sola ad usare il pc a casa.

L’8 di aprile, Infostrada mi comunica che è avvenuto con successo l’allacciamento alla sua linea, sia voce che dati. Quindi colma di gioia inizio la procedura di configurazione del modem Digicom.

Tutto alla perfezione: impiego poco meno di 5 minuti, poi allaccio il Digicom al pc tramite ethernet. Poi il Digicom al filtro telefonico.

Qualche led inizia ad accendersi, ma il più importante, quello che segnala la linea NO.

Ricomincio allora tutto daccapo. Step1. Step2. Step3.

Tutto come prima.

Chiamo allora il call center, 155: “no signorina, qui vediamo ancora lavori sulla linea, ci richiami venerdì”.

PALLE! Una volta ricevuta la conferma via mail, il servizio deve essere attivo, c’è scritto ovunque nel sito e nel contratto Infostrada.

Il giorno seguente, smanettando col filtro telefonico, noto l’altro filtro per la FILODIFFUSIONE (d’ora in poi FL).

Apriti cielo: online si dice che la FL non è compatibile con la linea Adsl. Ma i miei genitori dicono di non averla mai attivata. Il presa/filtro apparteneva al precedente proprietario della casa.

Ma perchè l’adsl non è compatibile con la FL (peraltro nel mio caso, non attiva)?

Lo scoprirò presto: inizio ad aprire con cacciavite la presa tripolare e la presa con due buchini della FL. Noto grovigli di doppi cavi: rossi e bianchi.

1 coppia va direttamente alla presa telefonica, ben 3 a quella della FL, uno dei quali è collegato al filtro telefonico. Penso che ciò significhi che la linea portante è dentro la presa FL e non dentro a quella telefonica!

A questo punto scollego ogni doppia coppia di fili dalla FL. Ma una coppia, quella che arriva ai contatti in acciaio denominati FL (dicitura presente all’interno della presa), penso di collegarla a quella del filtro telefonico. Posiziono filo bianco FL con bianco del telefono e filo rosso FL con rosso telefonico.

Scollego anche i fili della seconda presa FL dicasa.

A questo punto, incrociando le dita, ricollego il modem al pc.

Ho la linea!

update: sono quasi certa che con filtro adatto (non credo sia in commercio, ma si può autoprodurlo), si possa comunque sfruttare la filodiffusione come linea telefonica per l’adsl, e quindi collegare il filtro al modem. Non è quindi del tutto vero che adsl e filodiffusione sono incompatibili. Semplicemnte credo sia molto difficile provare a fabbricare un filtro che in entrata sia compatibile con i 2 buchini della FL e che in uscita sia dello standard RJ-11

Sarei per questo curiosa di conoscere l’esperienza di qualcuno che abbia mantenuto la FL con l’adsl.